Pagine

giovedì, aprile 13, 2006

E' AUTOLESIONISMO

N° di riferimento: 27248455 Età: 25 Scrivo perché è da 10 anni che ho un problema... credo che si tratti di autolesionismo. La zona rovinata del mio corpo è il viso che ormai presenta macchie scure. Appena vedo un punto nero o un semplice brufololo aggredisco per fare uscire il pus, ma alla fine mi ritrovo con una ferita. Avolte sono riuscita anche a grattar via i primi strati di pelle e ad avere piccole perdite di sangue per tutto il tessuto che ho lesionato. Ma la miaintenzione non è quella di farmi male... a tutti è capitato di schiacciarsi unbrufolo! Ma io vado oltre e me ne accorgo solo quando ormai il danno è fatto.Continuo a mettermi creme per ciccatrizzare e per cercare di far andare via lebrutte macchie e ciccatrici che giornalmente sono obbligata a coprire con iltrucco perché non posso farmi vedere in questo stato. Non riesco a capire laragione anche perché non ho problemi a livello familiare o in altri contesti.In passato ho avuto altri problemi: enuresi, tic nervosi.Mi aiuti a capire. Grazie!
E' una forma di autolesionismo la sua che potremmo definire "atipica". Si procura la "lesione" solo dietro il pretesto di rimuovere il punto nero o il brufolo. Dietro si potrebbe essere un rigido controllo delle sue emozioni, che riescono a fuoriuscire solo in questo modo. Potrebbe essere questo un possibile motivo e cioè un rigido autocontrollo e perfezionismo, tenuti a malapena a bada. S'interroghi su sè stesso e vedrà che una possibile causa la troverà e la confronterà, eventualmente, con un terapeuta. Cordiali saluti.

55 commenti:

Anonimo ha detto...

lo stesso facevo io.. partendo sempre dal presupposto di "grattar via" qualche irregolarità della pelle, privarla da ogni impurità (brufolo etc.)-da questo evinco la mia consapevole mania di perfezionismo-. come ne sono uscita? ho trovato il ragazzo! sapevo che in precedenza aveva avuto alcune ragazze particolarmente belle, ai miei occhi delle "perfettine" (per intenderci, quelle con la pelle sempre impeccabile, capelli perennemente in piega..). Ho capito che la salute della pelle è alla base della bellezza, non c'è bisogno di truccarsi troppo se questa si presenta bene. così mi son detta "tu puoi essere meglio di loro!ma a patto che la pelle del tuo viso migliori!lasciandola stare!". e pian piano ho perso questo vizio..
ma devo ammettere che di recente mi è preso un altro vizietto, ma questa volta prendendo di mira una zona nascosta della nuca.. mi accanisco su questa staccando in continuazione pezzettini di pelle..

Anonimo ha detto...

lo stesso facevo io.. partendo sempre dal presupposto di "grattar via" qualche irregolarità della pelle, privarla da ogni impurità (brufolo etc.)-da questo evinco la mia consapevole mania di perfezionismo-. come ne sono uscita? ho trovato il ragazzo! sapevo che in precedenza aveva avuto alcune ragazze particolarmente belle, ai miei occhi delle "perfettine" (per intenderci, quelle con la pelle sempre impeccabile, capelli perennemente in piega..). Ho capito che la salute della pelle è alla base della bellezza, non c'è bisogno di truccarsi troppo se questa si presenta bene. così mi son detta "tu puoi essere meglio di loro!ma a patto che la pelle del tuo viso migliori!lasciandola stare!". e pian piano ho perso questo vizio..
ma devo ammettere che di recente mi è preso un altro vizietto, ma questa volta prendendo di mira una zona nascosta della nuca.. mi accanisco su questa staccando in continuazione pezzettini di pelle..

Anonimo ha detto...

Ciao..io convivo con questo problema dalla prima media e ora sn all'ultimo anno di liceo, ma non aggredisco il viso, io aggredisco la pelle della braccia all'inizio pensavo nn fosse cosi, ma cn il tempo sono quasi diventata dipendente, scarico lo stress e la tristezza in questo insano modo, e se qualcun mi kide cosa sia rispondo che è dermatite atopica e la loro ignoranza in materia promuove la mia tesi..cerco di smettere ma è più forte di me..ho avuto problemi di vero autolesionismo, e anke di suicidio ma nn sapevo ke anke questo lo fosse

Anonimo ha detto...

Credo di avere anch'io lo stesso problema...quando andavo alle medie se avevo anche solo 1 brufolo non uscivo di casa. Poi ho avuto un brutto periodo di anoressia dal quale sono uscita solo innamorandomi di un ragazzo con cui sono ancora fidanzata da ben 10 anni.
Adesso a distanza di anni sto bene ma ho anch'io il vizio di rovinarmi la faccia cercando di eliminare ogni brufolo, uso la pinzetta per togliere le croste e purtroppo ho preso di mira anche le braccia, la schiena e le gambe!
Mi vergogno a confessare che il mio atteggiamento non è normale....ma veramnte cerchiamo di controllare i nostri sentimenti in questo modo??? Io non mi ritengo per niente una perfettina con manie di controllo...anzi...
Mi consola sapere che non sono l'unica ad autodistruggersi senza motivo, spero che passi e che finalmente cresca.
Un saluto a tutti

Anonimo ha detto...

ciao
io ho 30 anni
felicemente sposata
apparentemente tutto ok
ogni tanto però anche io "do la caccia" a brufoli o punti neri
fino a farmi delle cicatrici terribili sul viso
l'ultima volta è successo ieri sera
in modo cosi grave succede solo una volta l'anno circa per cui non ho grandi cicatrici
ma ieri, non so perchè, è successo di nuovo
morale
ho capito che ho un problema
ieri per la prima volta l'ho realizzato
e NON INTENDO più trascurarlo
ho chiesto aiuto a mio marito
e da oggi, ogni volta che mi capiterà, ho deciso che reagirò
come?
come quando ero in psicoterapia
mollo tutto e scrivo
provo a scrivere su un pezzo di carta cosa è successo quando ho iniziato
a cosa stavo pensando
cosi facendo provo ad individuare i "pensieri scatenanti" che mi angosciano e, nel contempo, faccio passare l'attimo di nervosismo acuto
ci proverò e so che ci riuscirò
si può uscirne
basta volerlo
fate un tentativo anche voi
coraggio!

Anonimo ha detto...

ho 32 anni avevo cominciato a 12!!!!con i brufoletti sul naso...poi quelli sulle braccia...con gli anni il tutto peggiora sono passata anche al petto la faccia è devastata da cicatrici e macchie scure.poi non più solo brufoli e punti neri...anche peli incarnati e quindi devastate anche gambe e inguine....ho una bimba di 3 anni che mi vede e mi rimprovera...che vergogna!!!mia sorella di 16,che pure quand'era piccolina mi sgridava, sta cominciando anche lei.Vado da uno psicologo ma nulla..........

Anonimo ha detto...

mmm ho 16 anni e stavo cercando un modo per togliermi le croste causate dai punti neri che ho provato a schiacciare... ebbene sono capitata su questo sito. Mi chiedevo se il fatto che io continui a schiacciarmi punti neri brufoli (e peli incarniti) pur sapendo che schiacciandoli ottengo l'effetto opposto rispetto al "purificare il viso" corrisponda alle cose che dite voi. insomma è come se mi sentissi pulita schiacciandomi questi punti neri e finchè non li elimino tutti non sono soddisfatta. mi hanno detto di non farlo perchè non serve a niente e peggioro la situazione e io mento dicendo che non lo faccio più ma è rimasto il segno di quando me lo sono schiacciata tempo fa. non pensavo fosse un problema comune. pensavo fosse una mia fissazione. come bisogna fare, come fate voi a porre un rimedio?

Anonimo ha detto...

ciao, io sono una ragazza di 26 anni e come voi mi capita di passare in rassegna il viso con le mie unghiacce..risultato: se tutto va bene crosticine che cadono nell'arco di pochi giorni, ma il + delle volte i brufoletti si infettano; perciò se prima avevo un punto nero o un brufolo nascondibile col trucco...dopo la mia opea, di certo non lo è +.
Tante volte mi son ripromessa di smettere, di evitare gli specchi , ma ogni volta ci ricasco e mi faccio assalire dai sensi di colpa, perchè so che così facendo non passeranno mai...!!!!
Credo ke lo schiaccire i brufoli( con l'intento di farli guarire prima) sia per me una forma di perfezionismo...se li schiaccio non ci sono e se non ci son son + bella, + perfetta...e per lo stesso motivo una volta che al posto di farli guarire li ho infettati, preferisco stare a casa e non uscire....uffi!!!!
Dovrei imparare a volermi + bene, ad accettarmi "imperfetta" come sono...e so che ci riuscirò!!! alla fine volere è potere...queste maledette manine le guada la mia testa e la mia testa la guido io!!!!
in bocca al lupo a tutte! ;)

Anonimo ha detto...

io soffro di tutto ciò da decenni oramai. nonostante la terapia, la forza di volontà, le pause...ma poi il problema torna magari cambiando giusto area di pelle da devastare. Io ancora non ho capito il perchè, so solo che mi ha decisamente condizionato la vita.Se c'è qualcuno, uno specialista opo chi per esso che ha qualche suggerimento non esiti a comunicarlo. auguri a tutte!!grazie

Anonimo ha detto...

è lo stesso per me ho solo 18 anni ma già ho cicatrici sul viso e sulle braccia!molte cicatrici...oltre i brufoli e punti neri credo di aver superato il limite e non voglio più farlo ma non so come smettere chi consultare come fare!ho anche la pelle sensibile e ho diverse allergie che quindi complicano l'uso di prodotti detergenti creme e trucco!cm liberarsi da quest'ossessione???c'è un'alternativa un qualcosa che possa far sparire il pensiero fisso di togliere le imperfezioni? facendolo anche con modi sbagliati che peggiorano la situazione.

Anonimo ha detto...

avevo 16 quando ho iniziato a spremermi i foruncoli e adesso ne ho 20 ma non sono riuscita a smettere . La situazione é veramente pesante perchè da un lato cerco di combattere questa ossessione ma poi crollo e mi devasto nella faccia (per un certo periodo colpivo pure le braccia e la schiena ora solo viso e schiena).
Ho provato di tutto ma credo che l'unica cosa che mi possa salvare sia la mia forza di volontà che mi manca e non so come trovarla.
Nel mio cuore la sofferenza é grande perchè faccio dispiacere i miei genitori e me stessa. Lotto per una settimana ma poi non riesco a mantenere la promessa di non toccarmi.
Le ferite che mi sono creata in faccia sono state tali da rendermi bruttissima e da costringermi a non uscire di casa per non farmi vedere. Creando attorno a me un grande solitudine con il passare del tempo. Ogni giorno la mia lotta é la stessa:
- lavo la faccia con un gel detergente cleaneance
- mi metto la crema epiduo per regolarizzare l'acne perchè contiene l'adepalene e un antibatterico
- metto poi un idratante per la pelle perchè la crema epiduo ha un effetto esfoliante della pelle

Poi se mi guardo troppo negli specchi noto i brufoli e li schiaccio anche se so i grandi sacrifici che ho fatto per non toccarmi per un certo periodo.

Credo ci voglia una cura per la mente perchè la causa di questa mania non la trovo .
Da una parte mi consola che altre persone sono come me e pure è una triste consolazione perchè so che anche loro soffrono e non trovano una soluzione.
Ho provato di tutto anche impegnarmi per amore delle persone a me care e per amore della Madonna e di Gesù. Alla fine non sono riuscita a mantenere la parola e per evitare di ferirli di nuovo non mi sono voluta impegnare più con loro.

Spero ke qualcuno posti una soluzione ... vi auguro di guarire a tutti !!!!

Anonimo ha detto...

ciao...leggere che altre persone hanno lo stesso problema con cui combatto ormai da più di dieci anni è insieme una sorpresa, una sorta di consolazione per la consapevolezza di non essere l'unica ma anche una grande grande tristezza perchè solo chi prova tutto questo sa quanto a volta sie davvro difficile e doloroso vivere... io ho una e una sola parte che devasto..il mio naso....da 13 anni ormai è il fulcro di tutte le mie attenzioni...schaccio i punti neri---il naso diventa rosso io per coprire metto su chili di fondotinta...il fondotitna entra nei pori crea infiammazione e da lì nasce il delirio fatto di crosticine che tolgo prima del termine che lasciano segni e cicatrici che cerco di coprire e così via all'infinito con davvero pochissimi attimi di pace senza cmq mai avvicinarmi a quella perfezione tanto agognata.
il tutto pegiorato dal senso di colpa e dalla frustrazione impostomi da una madre assolutamente incapce di capire il problema che nel passato mi riempiva di botte, insulti e punizionu ogni volta che vedeva ciò che mi facevo..dopo anni di incomprensioni silenzi mezze promesse di non farlo più a giugno finalemnte sono riuscita a fare capire che evidentemente si trattava di un disagio profondo e sono andata da uno psicologo.....sono andata poco perchè per impegni univrsitari non ho più avuto molto tempo....risultato...ho capito questo...qualunque sia il fattore scatenante di questo mio comportamento è necessario raggiungere la più completa consapevolezza che non è una colpa....togliere il senso di colpa mi ha dato una gran pace e sono anche riuscita a torturarmi decisamente meno.....accettarsi per quello che si è...cioè anche con questa parte di se sessi è stata una conquista...sono così....devo conviverci...ci saranno momentio migliori e momenti peggiori....ma io sono anche questo...accettarlo non è facile...vuol dire ammenttere una debolezza contro cui poco si pò fare....ma altrimenti sarebbe combattere ancora e ancora contro me stessa che è esattamente il mondo in cui il mio gesto si esplicita...solo questo posso dirvi di aver capito...siamo così...non cerchiamo il suicidio, non cerchiamo attenzione (almeno parlo per me) non è correlato a nessun disturbo psichiatrico maggiore...è un piccolo meccanismo che si inceppa o che va in un modo diverso...non rende migliori ma nemmeno peggiori...è, esiste accettandolo si riesce anche a gestirlo meglio.

Anonimo ha detto...

ciao...leggere che altre persone hanno lo stesso problema con cui combatto ormai da più di dieci anni è insieme una sorpresa, una sorta di consolazione per la consapevolezza di non essere l'unica ma anche una grande grande tristezza perchè solo chi prova tutto questo sa quanto a volta sie davvro difficile e doloroso vivere... io ho una e una sola parte che devasto..il mio naso....da 13 anni ormai è il fulcro di tutte le mie attenzioni...schaccio i punti neri---il naso diventa rosso io per coprire metto su chili di fondotinta...il fondotitna entra nei pori crea infiammazione e da lì nasce il delirio fatto di crosticine che tolgo prima del termine che lasciano segni e cicatrici che cerco di coprire e così via all'infinito con davvero pochissimi attimi di pace senza cmq mai avvicinarmi a quella perfezione tanto agognata.
il tutto pegiorato dal senso di colpa e dalla frustrazione impostomi da una madre assolutamente incapce di capire il problema che nel passato mi riempiva di botte, insulti e punizionu ogni volta che vedeva ciò che mi facevo..dopo anni di incomprensioni silenzi mezze promesse di non farlo più a giugno finalemnte sono riuscita a fare capire che evidentemente si trattava di un disagio profondo e sono andata da uno psicologo.....sono andata poco perchè per impegni univrsitari non ho più avuto molto tempo....risultato...ho capito questo...qualunque sia il fattore scatenante di questo mio comportamento è necessario raggiungere la più completa consapevolezza che non è una colpa....togliere il senso di colpa mi ha dato una gran pace e sono anche riuscita a torturarmi decisamente meno.....accettarsi per quello che si è...cioè anche con questa parte di se sessi è stata una conquista...sono così....devo conviverci...ci saranno momentio migliori e momenti peggiori....ma io sono anche questo...accettarlo non è facile...vuol dire ammenttere una debolezza contro cui poco si pò fare....ma altrimenti sarebbe combattere ancora e ancora contro me stessa che è esattamente il mondo in cui il mio gesto si esplicita...solo questo posso dirvi di aver capito...siamo così...non cerchiamo il suicidio, non cerchiamo attenzione (almeno parlo per me) non è correlato a nessun disturbo psichiatrico maggiore...è un piccolo meccanismo che si inceppa o che va in un modo diverso...non rende migliori ma nemmeno peggiori...è, esiste accettandolo si riesce anche a gestirlo meglio.

Anonimo ha detto...

ciao ragazze anche io ho lo stesso problema.. è veramente terribile.. io creo dei brufoli che non ho!mi distruggo e poi mi sento in colpa.. l'altra settimana ho resistito per 3 giorni a non toccamri e la mia pelle era così bella e tutti se n'erano accorti.. sono addirittura uscita senza fondotinta.. ma poi all'improvviso bum, ci sono ricaduta!ormai a volte lo faccio anche senza specchio ed è ancora peggio perchè non vedendo mi faccio delle ferite vere e proprie.. però spero che un giorno riuscirò a smettere.. cmq la teoria che facciamo così perchè perfezioniste secondo me è giusta, però che modo del cavolo abbiamo scelto, che ci porta all'esatto contrario.. la mente umana è troppo complessa!

pablixa88 ha detto...

io invece lo faccio quando vedo i punti neri nel viso degli altri...........mi viene voglia di spremere per vedere uscire l'impurità...è una mania...HELP

Anonimo ha detto...

io mi gratto i brufoli le croste ed anche senza lo specchio alcune volte finisco anche per farmi veramente male un brufolo lo trasformo in un buco nella pelle pieno di pus e poi non so perchè ho il bisogno di fare uscire il pus alla fine mi rendo conto che non avrei dovuto fare quello che ho fatto ma ormai è andata aiuto non ce la faccio più!!!!!!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

io invece mi son sempre tolta la forfora...poi ho iniziato a toglierla agli altri...poi agli animali, senza voler far alcun male, ma cio' provocava delle croste che ora devo assolutamente tirare via.questo crea pero'infezioni.non voglio fare del male. ma non riesco a star ferma se vedo le croste sugli animali le devo togliere con le unghie e provo piacere. cosa vuol dire? qualcun altro al mondo ha questo problema? mi sento molto in colpa e non riesco a smettere.

Anonimo ha detto...

Anch'io sono nella stessa situazione, stesso vizio, se provassimo a coprire gli specchi in casa? Secondo me non ci accettiamo così come siamo...

Anonimo ha detto...

La stessa cosa io,dico sempre che devo smetterla ma non riesco a resistere più di una settimana o anche meno a volte,e' come se volessi tornare indietro dalla prima volta che mi sn spremuta qualcosa e non avere mai iniziato,perché poi dico:ormai ho iniziato,che cretinagine,rovinarsi il viso senza averci nulla!

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti, io anche ho questo problema, mi causo delle ferite enormi su faccia, braccia e spalle.
Le spalle in assoluto sono terrificanti...mi vergogno io stessa a guardarmi! Per me è una vera e propria ossessione, io sento il bisogno irresistibile di farlo...anche quando non sono e casa alle volte la voglia di farlo mi assale a tal punto da estraniarmi e immaginarmi la sensazione di quando esplode il pus. Mi faccio schifo per questo ma nello stesso tempo non riesco a smettere perchè sono io astessa a crearmi brufoli che non avrei. Appena sento un rigonfiamento spremo talmente tanto e forte da far uscire pus che in realta prima non era neanche visibile.
Sono disperata anche perchè è parecchi anni che vado avanti così e sto cominciando a deprimermi per la mia situazione....c'è qualcuno che ci può aiutare?

Anonimo ha detto...

Questa discussione mi conforta e mi da forza mi trovo nella vostra stessa situazione da anni e tra alti e bassi cado in questa mania che mi porta a ridurmi la faccia una cosa tremenda. Invidio ke altre ragazze he han pelli cosi belle e si lamentano quando hanno un brufolino. Pensassero me, io ho una tale insicurezza x questo fatto!! Sono schiava del trucco e questa cosa la odio! Oggi ho avuto una crisi eccessiva e ho ammesso questo problema anche con mia madre he a mio parere un po ne soffre ma meno e nn ha mai davvero capito che la cosa è fuori dal mio controllo. Pero ho deciso di reagire mi inmpegnero, non mi interessa se dovro rimmetterci nello studio e negli esami che mi provocano cosi tanto stress, prima di tutto devo stare bene cn me stessa e imparare a sfogare lo stress in altro modo! Non certo sul mio viso! In bocca al lupo a tutti, vi capisco e vi sono vicina!!! Ce la possiamo fare :)

Anonimo ha detto...

anche io soffro di questo disturbo da quando avevo 14 anni (ora ne ho 25)...io colpisco soprattutto le braccia ma anche le gembe, a volte il viso e decolletè. Le mie braccia in particolare a volte sono inguardabili! mi capita di non toccare una parte anche per mesi...poi all'improvviso, un giorno qualunque mi rovino di nuovo!! Ho avuto funghi e verruche probabilmente causati da queste mie aggressioni alla pelle. In ogni caso ora soffro di meno per tutto questo, qualche anno emotivamente stavo molto peggio...mah speiamo di vincere la battaglia piùdura della nostra vita!! auguri a tutte/i

Foilea ha detto...

Oggi avevo una bella pelle (dopo settimane) ma ho il problema di essere molto ansiosa. Quasi sempre prendo sonno tardi cosi basta un solo unico giorno che dormo poco o le cose non sono andate nel modo giusto (quasi sempre)che la pelle mi si secca e mi tita! Ma al tempo stesso vengono fuori le imperfezioni. Invece di ritrovare la calma e mettermi a dormire, mi metto davanti allo specchio cercando di eliminare le piccole imperfezioni che diventano delle ferite rosse vistose...Il giorno dopo mi sento uno schifo e in colpa e per non farmi vedere in giro con il volto cosi martoriato alla fine resto a casa in depressione...e' un circolo vizioso dal quale non riesco ad uscire! Nel mondo c'e' molto di peggio ma e' davvero frustrante come situazione :(

Anonimo ha detto...

sono una ragazza du 22 anni.ogni volta che torno dall'univ e mi ritrovo davanti allo specchio e non so spiegarmi il motivo...inizio a schiacciarmi il viso senza avere nulla e se non esce il pus,mi rattriste molto questa cosa...alla fine mi ritrovo con una faccia piena di croste e a chiazze rosse.questa situazione dura da circa 6 mesi.da quando ho deciso di smettere di truccarmi.non ho impefezioni evidenti.punti neri ecc qualcosa sotto pelle in prossimita' del ciclo maggiormente inizio a torturarmi di brutto dopo mi vergogno di uscire di casa...AIUTATEMI PER FAVORE.NON CE LA FACCIO PIU XK MI SUCCEDE QUESTO...sono triste......

Anonimo ha detto...

Qsto e stress e nervosismo!! Avete notato che la mania e piu intensa qdo siete piu nervose?
1) le unghie lunghe(tip) potrebbero funzionare
2) strada facendo x andare d'avanti allo specchio riempite la faccia d crema
3)fermati un secondo chiudi gli occhi e pensa come ti ritroverai una volta finita l'opera(un mostro)
4) qdo stai x iniziare prendi il tel e chiama qualcuno! Organizza di uscire in seguito anche se solo x un caffè!
Piccoli aiUti esperimentati su d me che a mia volta faccevo pietà :)
In bocca lupo a tutti! Christina

Anonimo ha detto...

Ho fatto un tentativo di pubblicare un mio commento (al interno qualche consiglio x le ragazze c soffrono di questa mania)pero qusto nn e mai stato pubblicato: Dottore se non pubblichi i commenti del mio genere e perché lei e un ladro e vuole fare business dietro i blog e prendendo in trappola i piu deboli !! Arriveremo da lei!! Striscia la notizia magari

Anonimo ha detto...

Mi sto sfigurando schiaccio ogni cosa che mi da fastidio su gambe braccia schiena viso petto inguine e qualsiasi parte .. Brufoli punti neri peli incarniti sono piena di cicatrici ma non riesco a smettere questa settimana non so come mi sono tolta in alcuni punti la lo strato superficiale della pelle creando buchi.. Sono andata da dermatologi ecc ma non riesco a fare a meno di non schiacciare anche la minima impurità mi vergogno Della mia pelle mi faccio schifo .. Qual è la cura come devo fare per smettere

Anonimo ha detto...

22 anni, lo stesso problema: mi massacro il viso. Purtroppo non è il solo "sintomo" di problema. tempo fa avevo il vizio di lavarmi le mani con l'acqua molto calda più volte al giorno, fino a quando la pelle non si rompeva..mani distrutte...poi a furia di sgridate da varie pesone ho "smesso" per passare a questo nuovo passatempo: schiaccio ogni singolo, minuscolo, invisibile puntino, bollicina, brufolo...TUTTO. ho la faccia martoriata dalle croste. mia madre non sospetta che ci sia dell'altro...il mio ragazzo mi chiede cos'ho e io gli rispondo che faccio le pulizie del viso per problemi di pelle così da giustificare tutti i segni...ma la cosa sta peggiorando progressivamente..stasera ho deciso di parlargliene, non servirà a smettere ma almeno potrò condividere questo dolore, pur non sapendo la fonte. n abbraccio a tutte

Anonimo ha detto...

io soffro di questo problema da alcuni anni, se non mi fossi mai toccato avrei una pelle bellissima , ho 16 anni ma a volte la mia faccia diventa uno schifo completo , mi chiudo in casa ed evito chiunque , invento scuse per non uscire , non trovo distrazioni e nemmeno vado a scuola , mangio bene e faccio tutto quello che dicono possa migliorare l'acne ma non funziona , perchè l'acne non l'ho mai avuta si tratta solo di qualche brufoletto isolato che massacro finchè non diventa una lesione , a volte uso anche l'ago e buco la superficie ... L'unica felicità è nei brevi momenti in cui sono libero da tutto questo ma non riesco a godermeli per la paura di una ricaduta ... Eppure in questi momenti ti senti un re , chi soffre di questi disturbi dovrebbe pensare a come ci si sente in quei momenti , a tutte le risate , fare qualcosa con amici e non pensarci , usare lo specchio solo per sistemarsi i capelli e se si vede un brufolo o un imperfezione al limite rimuoverle con delicatezza oppure (ancora meglio) non darci peso ! Giusto domani cambio scuola e al mio primo giorno avrò la faccia torturata e piena di lesioni, le cicatrici tutto sommato non si vedono nei momenti di calma perchè ho la fortuna di avere una pelle che si rigenera bene e segni non mi rimangono .Il problema sono i segni di adesso , ho mandato tutta la mia vita sociale a farsi benedire , la ragazza a cui tengo di più (che so che anche lei mi vorrebbe) non la vedo da un mese e non rispondo più ai messaggi perchè considero la mia infelicità come una minaccia per lei , i miei amici non li sento più , non riesco a scacciare i pensieri maligni , il mio è un vero autolesionismo e ho avuto episodi neri ! Ma vedo sempre un lato positivo , ragazzi , quello che ci succede ci fortifica e tempra il nostro carattere e siamo pronti a diventare uomini/donne più di chiunque altro . Ho un piccolo teorema , prendetevi una settimana , lasciate guarire le croste e anche se siete uomini copritele con un correttore così ci penserete di meno , cercate di rilassarvi , godetevi ogni cosa e quando sarete guariti non temete una ricaduta , andate avanti e occupate il vostro tempo libero , non abbiate nemmeno un momento per voi , evitate quel dannato specchio fate l'impensabile per pensare positivo , rifiutate i problemi del mondo , voi non potete risolverli , potete solo adeguarvi , fate qualcos'altro , palestra magari (lo sport migliora la salute della pelle miracolosamente). Non cercate di controllare tutto lasciate che tutto vada a farsi f**tere , non prendete gli obblighi come costrizioni ma come qualcosa che vi piace e pensate a stare allegri in continuazione con le vostre forze . Divertitevi divertitevii , non c'è un'età per stare allegri , cambiate qualcosa nella vostra vita , prendete delle decisioni , superatevi e non permettete assolutamente che un problema diventi una catastrofe , cercate in tutti i modi di stare tranquilli e fregatevene dell'opinione degli altri , non aspettate che la felicità vi trovi , cercatela , questo è l'unico modo , essere ottimisti ... Questo è ciò che mi impegno a raggiungere , faccio un giuramento con me stesso , quanti giorni , mesi e anni volete buttare ancora ? Il tempo ci concede di aspettare ? Basta diamoci un taglio e lasciamo che le nostre ultime lesioni siano come la fatidica ultima sigaretta , è una promessa quella che ci facciamo , infrangerla fa andare le cose peggio di prima ! C'è chi si sta rovinando la vita per nulla come me , come voi , come noi ! Chiamiamola malattia o fissa o disturbo , non importa , lasciamocela alle spalle! Non pensate più a creme ecc , solo un detergente e uno scrub , BASTA !più aggiungete , più danni farete , e poi guardiamo gli altri , quelli con la pelle pulita ... Anche loro hanno avuto brufoli ma non se ne sono manco accorti ! Perciò svegliamoci e cerchiamo di non mancare l'appuntamento con la nostra esistenza :)

Anonimo ha detto...

Mi "rincuora" leggere che non sono l'unica..
Non lo faccio per farmi del male, non so se sia per perfezionismo a mania di controllo sulle emozioni, davvero non saprei..
Mi spinzetto le sopracciglia, i peli delle gambe delle braccia dell'inguine.. Spesso per cercare di sistemare la situazione dei peli che si sono incarniti mi levo uno strato di pelle con conseguenti perdite di sangue e crosticine.. Che sono evidentemente peggio del pelo incarnito iniziale, ma io volevo solo migliorare la situazione!
Adoro poi strappare le sopracciglia agli altri..
E poi, come voi, mi schiaccio brufoli e punti neri che non sono praticamente nemmeno usciti, mi massacro davvero.. Ma sempre e cmq senza l'intenzione di farmi male.. Sono piena di cicatrici perché poi mi mangio le unghie e a volte restano taglienti e ciao...... Tagli assicurati. Sono un disastro! Le gambe sono impresentabili.. Qualche settimana fa ho pensato una cosa che mi ha fatto riflettere molto.. Odiando i peli stavo valutando l idea di fare la depilazione definitiva.. Poi una sera ho pensato: ma se li tolgo avrò la pelle bella senza più danni e senza peli ma poi io cosa mi strappo.. Ecco questo mi ha fatto capire che è proprio una cosa che mi piace, mi lascia soddisfatta, mi rilassa.. Anche se poi mi maledico xke ho fatto peggio..!sicuramente c entra con l ansia visto che ne soffro, ho limitato i danni allo specchio curandomi meno il viso ovvero guardandomi poco.. Però (l'idea di partenza quando poi finisco per massacrarmi) è proprio quella di curarmi prendermi del tempo per me farmi bella..
Che roba contorta!!

Anonimo ha detto...

ciao a tutti, non c'è una data sui commenti, e sono capitata qui per caso. già quest'estate ho lasciato un commento ma non è stato pubblicato, e non so perchè. scrivo perchè anch'io ho lo stesso problema da anni (ora ne ho 23), e andava a fasi, quando stavo meglio, mi sentivo bene, mi lasciavo stare e il mio benessere si vedeva nel fisico. poi ho avuto una delusione d'amore che ha fatto esplodere il problema con violenza. da un anno vado dall'analista, e vi dico che mi sta facendo davvero bene. questo perchè ciò che noi chiamiamo "problema" è solo il sintomo di esso e vorrei che fosse chiaro! alla radice del nostro comportamento ci sta ben altro! ci sta un più o meno grave malessere. e il senso di colpa è inutile e dannoso. non facciamo altro che incolparci perchè ci roviniamo ma se lo facciamo c'è un motivo, mi spiego? non abbiamo colpa, ma solo un gran bisogno di aiuto! per questo vi consiglio di provare a pensare ad esempio al rapporto coi vostri genitori, perchè per me è stato importante. la mia psicolovga mi ha spiegato che il comportamento ha un significato simbolico: infatti si tratta di "grattare la superficie", si gratta per far venire fuori qualcosa. e più ci teniamo dentro i problemi (anche coi genitori!) più per contro abbiamo bisogno di farli simbolicamente "venire a galla" grattandoci convulsamente. vorrei dire moltissime cose ancora, mi spiace vedere che tanti altri come me hanno questo problema, ma il commento verrebbe troppo lungo e forse non verrebbe pubblicato ancora. vi dico solo di guardarvi dentro, perchè il problema non è irrisolvibile! bisogna solo chiederci come stiamo, e perchè stiamo così. pian piano, senza demordere...vi auguro in bocca al lupo! un abbraccio!

giuls ha detto...

Siamo in tanti, troppi.
Io ho 22 anni e lo faccio da qualche anno..non ricordo bene come sia iniziato il tutto.
Come tante altre persone, vorrei avere la pelle perfetta e invece me la distruggo in maniera ossessiva. Quando sono in vacanza, soprattutto al mare, e mi rilasso la situazione migliora..ma appena ricominciano ansie per esami o qualsiasi evento che mi rende nervosa non riesco a trattenermi.
spalle e faccia sono i miei antistress: il mio ragazzo lo sa e ha provarmi a sgridarmi ogni volta che lo faccio. Nessun risultato perchè appena se ne va mi ritrovo a schiacchiare in giro anche dove non ci sono brufoli.
Mi ritrovo in molte delle vostre testimonianze ma non ho visto una risposta che mi ha dato coraggio per smettere.
Voglio eliminare questo vizio, non posso piu andare aventi così!

Anonimo ha detto...

Ok ieri sera mi sono levata un brufolo/pelo incarnito sul volto e ora ho letteralmente un buco O___O!!! Sono preoccupata perchè ho paura prima o poi di causarmi una grave infezione. Non capisco perchè come altre mie amiche non riesco a convivere con le mie imperfezioni. Alla fine da una miniscola imperfezione creo un emorme cicatrice!!! Quando sono particolarmente nervosa mi ritrovo a massacrarmi con ago e pinzette e non mi fermo finche' il dolore (come di un ago conficcato nella pelle) dovuto alla presenza del corpo estraneo(pus o pelo incarnito) non si placa. Vorrei smettere questa pratica ma e' più forte di me!!! :(

Anonimo ha detto...

Www...non credevo ci fossero persone che fanno le mie stesse cose...io non mi sento bene dopo averlo fatto anzi ma detesto, detesto da morire vedere quella specie di montagnetta che crea il nuvolo e cosi mi torturo fino a quando la pelle non appare piu liscia sebbene sia completamente in carne viva ma preferisco la macchia che poi resterà a quella dannata montagnetta! Odio vedermi di profilo contro luce e scoprir tutte quelle montagnette! E poi mi vergogno da morire a farmi veder cosi come se fosse una colpa ma non lo decido io...non e una colpa avere l'acne. Mi vergogno tantissimo che mio padre mi veda cosi perche lui e un uomo e ho sempre la sensazione di dover essere perfetta per lui...stessa cosa con il mio ragazzo...spesso quando ci vediamo sito sono "ferita" nonostante tutto il trucco cammino con la testa bassa per non farmi vedere....mi vergogno cosi tanto! Ho l'impressione che ogni volta che qualcuno mi guarda mi giudichi per quello che ho o meno sulla faccia e mi sento cosi in soggezione che vorrei scappare...faccio fatica anche a farmi visitare dal mio dermatologo. Ma mi fa piacere non sentimi sola e sapere che ce qualcuno che come me soffre e può capirmi...

mary ha detto...

ciao a tutti io sono mary e ho 40 anni...ne dimostro una decina meno...ma tra un'altra decina d'anni ne dimostrerò 60...tutte le volte che entro in un bagno mi specchio e mi distruggo la pelle del viso cercando di scavare dove vedo un minuscolo puntino ogni tanto prendo le pinzette bucandomi e tagliandomi letteralmente...questo disturbo si è aggiunto ad un altro che ho dalle elementari...mi distruggo gli occhi

Anonimo ha detto...

Io scrivo principalmente per ringraziare il ragazzo che ha scritto il suo "teorema", leggere le tue parole mi ha dato una scossa interiore potentissima, sono cose che nella testa ho molto chiare ma dette da te hanno avuto tutto un altro impatto...Io ho 28 anni e mi sono rovinata quasi tutto il corpo, sono segni che con l'abbronzatura si notano meno ma non spariscono, non succederà mai, alcuni sono veri e propri cheloidi...Mentre lo dico piango dalla vergogna per non essere stata più forte prima, ma in fondo sono contenta di aver finalmente capito...È cominciato tutto alle medie, nell'età dell'adolescenza avevo una peluria abbastanza accentuata sui baffetti e il naso con un po' di gobbetta, tutte cose che crescendo sarebbero sparite o minimizzate ma come ben sappiamo i ragazzini sanno essere crudeli...tutte le prese in giro, le battute, l'incomprensione e l'ignoranza della mia famiglia che non ha mai saputo aiutarmi hanno fatto si che a questo problema si aggiungessero brufoli e punti neri sulla schiena, probabilmente scaturiti da stress, insoddisfazione, vergogna, tristezza...anche una volta uscita dalla difficile pubertà, anche quando ho trovato la mia personalità, ho cominciato a piacere ai ragazzi, ormai ero entrata in un loop senza fine, schiacciarli per me è diventata una routine, a tal punto che quando non trovavo niente da schiacciare mi scarnificavo con l'ago per pescare quelli sotto pelle...schiena, braccia, décolleté e gambe, per assurdo l'unico punto "sano" è il viso...ora capisco: la facciata, il mio bisogno di dimostrare agli altri un solo aspetto di me, ero diventata carina, quello che tutti non avrebbero mai pensato possibile perché ero stata per tre lunghi anni lo sgorbietto della scuola...ma dentro di me non avevo dimenticato nulla di quel periodo e lo sfogavo sul mio corpo inerme...ho pensato tante volte al perché ero andata così oltre e forse solo ora mi rendo conto, proprio poco fa ho passato mezz'ora allo specchio a deturparmi e distrutta dai sensi di colpa, invece che mettermi a cercare le solite creme, lozioni, e rimedi vari ho cercato delle risposte al mio comportamento ed eccomi qui...inconsciamente credo di essermi punita per tutti questi anni perché la gente non mi vedeva perfetta e non esitava a farmelo notare, ma ho aperto gli occhi: non merito tutto questo, non ho motivo di punirmi, non ho colpa del mio aspetto, sono quel che sono e piaccio comunque anche così, ci sono persone che si sono innamorate di me, che mi hanno accettato anche per i miei "difetti" ed io passo il tempo a punirmi per qualcosa che appartiene al passato, ad un frangente di vita delicato e che mi ha evidentemente traumatizzato ma che devo, per me stessa accettare e dimenticare...Sono quasi sicura che ammettere queste cose sia un passaggio fondamentale della mia brutta esperienza, non avevo mai fino ad ora ammesso a me e a qualcun altro il mio problema e le sue cause, ora che è successa non permetterò mai più a me stessa di ripetere l'errore. siate forti, pensate alle cause e troverete lo stimolo per smettere.

Anonimo ha detto...

Siuro sur sangue de cristo che non me tocco piu' la facciaaa!!!!!

Anonimo ha detto...

Anche io sono nella stessa situazione,è una vera e propria tortura.magari siamo anche persone di bell aspetto,invidiate...ma che non riescono mai a capire questo concetto e al contrario si vedono sempre brutte e piene di difetti:anche un pelo fuori posto può scatenare la nostra piena insoddisfazione di noi stessi. tutto ciò che siamo,tutto quello che di bello abbiamo sembra essere cancellato da quel minuscolo pelo/brufolo!!! e allora ci roviniamo del tutto! ma è possibile???dobbiamo dare molto più peso ai nostri pregi.non ai nostri difetti.non permettiamo che piccolissime imperfezioni ci portino via il nostro più grande pregio:quello di essere persone,e in quanto tali portatrici di valori, in grado di vivere e amare!! dobbiamo stimarci di più!!!!!

Anonimo ha detto...

io oltre a strappare le crsote dal viso(brufoli in effetti non ne ho più da mesi, ma solo crosticine scure formate dal fondotinta, cerco anche croste sul cuoio capelluto e le tolgo, poi intorno al naso.... mia cugina ha piò o meno le stesse fisime....probabilmente la nostra famiglia, apparentemente sana, ha il suo peso..... ho la pelle schifosissima, con macchie nere che non si coprono più neanche con il fondotinta ultracoprente, aspetto l'estate perchè con l'abbronzatura sembrano meno scure.....

Anonimo ha detto...

Ciao a tutte, sono inciampata su questo blog per caso perchè sono disperatamente alla ricerca di una valvola di sfogo che non trovo.. soffro da questo disturbo da quando ero alle elementari e ora ho 25 anni compiuti e il problema non si è placato. Sicuramente è una malattia non c'è dubbio e attualmente ho il viso e la schiena perennemente lesionati. Provo un vero e proprio senso di soddisfazione a strizzare un brufolo.. più è grosso e schifoso più mi sfogo.. impiego un'energia nel farlo che non mi fa nemmeno male al momento, sebbene io mi stia tagliando con le unghie la pelle. Subito dopo però mi rendo conto.. nasce il senso di colpa ma spesso nemmeno questo mi impedisce di continuare.. addirittura il fatto di aver violato la promessa fatta a me stessa in quella circostanza mi "autorizza" a sfruttare fino in fondo l'occasione per strizzarne un altro.. e un altro ancora e così via. Mi ritrovo a fine giornata con la faccia arrossata, i sensi di colpa e il fatto di sentirmi sempre più brutta. Speravo che trovando un ragazzo il mio disturbo si sarebbe placato ma non è così e non so come fare a smettere. Studio molto, sono una persona ansiosa e perfezionista in ciò che amo. Spesso mentre studio mi tocco qualsiasi parte del corpo, di solito viso e schiena, in un modo non normale. Sono una studentessa e non vorrei spendere tutti i miei risparmi in un consulto psicologico che secondo me - scusate lo scetticismo - non migliorerebbe le cose. Ho provato ad andare dal dermatologo e da omeopati ma loro riescono a curare i segni provocati, non il disturbo alla radice. Sono veramente stufa di me stessa.. oltretutto per altri versi prendo molto a cuore il mio corpo.. faccio sport e sto attenta all'alimentazione in modo abbastanza sano. Sono anche una ragazza piacevole per cui questo disturbo mi fa ulteriormente rabbia perchè non c'è motivo di fare tanti sforzi per stare bene se poi mi massacro il viso e per la vergogna non posso mettermi i vestiti che compro o andare al mare con gli amici! E' assurdo! Quando sto in casa mi bendo la faccia, ci attacco cerotti, lascio sulle ferite anche le maschere per il viso che applico solo su quel punto.. so che è dannosa ma sicuramente è più salutare che ferirsi di nuovo. Poi appena mi lavo il viso e mi tolgo la maschera invece di ascoltare la musica o svagarmi come le persone normali torno torturarmi. Ho provato a tappare gli specchi, ad indossare salopettes ma ciò mi porta a chiudermi per ore in camera mia. Un buon deterrente per me è studiare in luoghi pubblici.. il problema è che non mi riesce perchè ripeto a casa. E' un circolo senza fine e sono stremata!

Ursula ha detto...

Ugualissimo, faccio esattamente la stesso cosa e ho seno, braccia, inguine e gambe a puà. Mi vergogno di mio marito e adesso con l'arrivo dell'estate sto male xché qualciasi cosa me Ugualissimo, faccio esattamente la stesso cosa e ho seno, braccia, inguine e gambe a puà. Mi vergogno di mio marito e adesso con l'arrivo dell'estate sto male xché qualsiasi cosa metta si vedono. Avvolte ci piango xché ci sto male veramente, vorrei smettere ma puntualmente scarico lo stress della giornata, mi chiudo in bagno e.......Ho provato persino a fare il fioretto dedicato alla madonna chiedendole di darmi una mano ma niente, é una vera e propria malattia

Anonimo ha detto...

Uguale a tutte voi, con la differenza che io sono maschio, su questo blog sono capitato in realtà perchè cercavo un metodo per non ottenere le tanto odiate macchie rosse post-spremitura(anche se hocapito che sarebbe meglio non spremere), il motivo per cui lo faccio è che mi sono innamorato di una ragazza, per piacergli e per farmi notare, cerco di essere perfetto, mi strizzo tutto ciò dal quale può uscire qualcosa, e quando esce quella schifosa sostanza gialla, mi sembra di vincere, che io ho battuto il brufolo e perciò sono migliore.

Anonimo ha detto...

HELP....anche io come voi ho questa mania quasi nervosa di grattarmi via ogni imperfezione.
Con gli anni sono piena di macchie bianche su spalle e decoltè...stavo quasi valutando di andare da un chirurgo per vedere se riesce con la chirurgia estetica a togliere le macchie...ho timore che mi dica che non si possa fare niente...ma sono anche convinta che magari se riuscissi e farmi ritornare la pelle un pò più bella forse non mi gratterei più fino a farmi sanguinare e farmi venire le croste.
Qualcuno di VOi ha mai fatto magari la dermoabrazione o qualcosa del genere per eliminrae le macchie bianche???

Anonimo ha detto...

Ciao ragazze! Anke io sn capitata qui x caso....e adesso ttt mi sembra diverso...leggendo i vostri commenti mi rivedo per la prima volta in me stessa...credevo di essere l'unica a fare ttt cio e invece purtroppo nn e' cosi...da un lato qst cosa mi rincuora ma dall'altro no xke penso a qnt soffrite anke voi cm me...fino a ieri ero felicissima xke avevo un viso finalmente pulito...ma poi guardandomi allo specchio ho notato un piccolo puntino nero e cm al solito nn ho resistito ed ora eccomi qua mi ritrovo cn un vero e proprio buco sulla pelle....una makkia enorme xke sara' il sangue ke si e' creato...adesso mi sento trp nervosa e mi viene da piangere...vorrei tornare indietro e nn aver fatto ttt qst...avrei ancora un viso pulito....putroppo xo nn si puo' e nn mi resta altro ke aspettare ke anke qst cicatrice passi....mi prometto di nn farlo mai piu...spero stavolta sia l'ultima! Ragazze lo spero anke x voi...davvero...dobbiamo combattere qst cosa!

Anonimo ha detto...

Ciao, diciamo che mi trovo anch'io sualla vostra barca.è da quando avevo 13 anni che sono iniziate queste mie ossessioni:all'inizio mi ero fissata con le doppie punte ai capelli, passavo le ore a toccarli e a strappare le zone rovinate. Lo facevo pure a scuola, durante le lezioni, e questo era motivo di prese in giro nei miei confronti e di mancanza di attenzione verso la lezione. A volte lo facevo pure a mia sorella (lei va alle elementari): la facevo sedere sulle mie gambe e cominciavo a stuzzicarla. Mia madre mi rimproverava per questa mania. Poi la fissa dei capelli è scomparsa ma al suo posto si è presentata quella dei brufoli del viso, quindi quella dei peli incarniti all'inguine (talvolta anche alle ascelle). Quando vado in bagno ci passo mezz'ora a stuzzicarmi l' inguine e i miei mi rimproverano perché non capiscono perché ci metta così tanto tempo in bagno. Quest'anno, ciliegina sulla torta: braccia devastate dai segni delle mie unghie in cerca di forungoli da spremere. Non si possono guardare : sembro una lebbrosa. E come se non bastasse, ora ho preso pure a rovinarmi le cosce. Non so dove andrò a finire di questo passo. Leggendo i vostri commenti ho capito che non sono l'unica, vogliodavvero smettere di farmi del male, per questo e per tante altre cose. Sono stanca di essere l'unica in famiglia incapace a nascondere le proprie ansie,sfogandole sul mio corpo. Smetterò, lo prometto.

Anonimo ha detto...

Soffro di questo disturbo ossessivo dalla pubertà, da quando i primi brufoli sono apparsi. Ho cominciato a rovinarmi il viso ed ovunque spuntasse qualcosa. Ho fatto molte cure, tra cui una molto forte con l'isotretinoina, finalmente avevo il viso pulito, anche i capelli, per tendenza grassi erano migliorati. Finita la cura ho avuto un periodo in cui il problema sembrava davvero risolto, ma poi tutto è tornato alla situazione precedente. Quella cura comportava spiacevoli effetti collaterali e per questo non vorrei ripeterla. Al tempo, avevo anche scoperto di avere la policistosi ovarica, una delle cause più diffuse di problemi come l'acne, e prendevo anche la pillola anticoncezionale. Ormai ho capito che queste cure da sole non possono più di tanto risolvere il problema.. Non vado più da dermatologi e ginecologi.. anche se dovrei, e mi ripropongo di andarci.. Uso le solite cremine e maschere, consigliate allora dal dermatologo, ma il vero problema è che continuo a massacrarmi per sfogare lo stress! Da un anno ho intrapreso gli studi universitari, che mi portano ad essere ancora più ansiosa.. evidentemente affronto male anche situazioni che ritengo potrebbero rendermi più soddisfatta.. Sarà questa mania di perfezionismo a ritorcersi contro me stessa? Non lo so.. sono cosciente che la perfezione non esiste.. Ho scelto di studiare psicologia proprio per intraprendere un percorso di rinnovamento personale.. che possa giovarmi un domani ad essere d'aiuto ad altri.. Sono consapevole che tutto dipende da noi, dalle nostre scelte, dal modo in cui affrontiamo le cose... Bisogna impegnarsi a cambiare quello che non va.. E sì, è il senso di colpa che ci blocca, lo si deve superare, perdonarci, accettarci e darci sempre nuove chances.. Ritengo che un supporto psicologico potrebbe essere d'aiuto, ma soprattutto avere dei rapporti sociali positivi potrebbe contribuire a rafforzare la nostra autostima, perché è tutto un problema di insicurezze secondo me.. è il chiudersi in sé stessi per evitare di essere giudicati forse.. qui ci riallaccerei il perfezionismo di cui si parlava. Comunque, è un buon passo che si stiano intraprendendo degli studi psicologici specifici su questa brutta mania autolesionistica, ancora ignorata da molti, che magari ne sono vittime senza rendersi conto di quanto negli anni possa consolidarsi come cattiva abitudine, che porta a tanti disagi psichici e sociali, e del problema anche estetico (cicatrici permanenti) che ne consegue.
R.

Anonimo ha detto...

Io non so contare gli anni delle mie piccole manie:
alle superiori era la caccia alle doppie punte avendo i capelli lunghi. Non potevo fare a meno di dividerle e lo facevo anche in classe. Poi dall'università ho iniziato col cuoio capelluto. Per fortuna non lo gratto a sangue ma cerco delle piccole impurità e brufoletti da grattare via e poi li guardo. 'E imbarazzante perché lo faccio consapevolmente e so che gli altri mi vedono ma non riesco a smettere. Tengo i capelli sempre puliti ma questa mania me li fa sporcare subito. Il viso è salvabile ma anche quello quando sono pensierosa è vittima delle mie unghie per togliere crosticine o pelle morta. Spero non degeneri in peggio.

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti, sono una ragazza di 14 anni e già ho preso questo brutto vizio di deturparmi la pelle come voi.. ho iniziato in prima media.. quando i miei compagni di scuola media hanno cominciato a prendermi in giro.. è stato un inferno.. penso questa sia la prima causa del mio autolesionismo.. della mia mania di schiacciarmi qualsiasi minuscola imperfezione.. punti neri, brufoli, o anche togliere le crosticine del cuoio capelluto.. in questo periodo mi capita di meno di togliermi le crosticine, ma ogni tanto il bisogno si presenta.. perché si, è un vero e proprio bisogno.. e non so come smettere.. sono consapevole di essere ancora piccola (insomma) e di avere già un bruttissimo corpo.. ho la schiena tutta rovinata da crosticine e punti neri dappertutto, le spalle sono terribili, peggio della schiena.. poi le cosce, che hanno poche impurità ma delle cicatrici brutte.. bianche.. e poi anche il décolleté.. il décolleté è il peggiore di tutti.. è completamente deturpato da impurità e cicatrici davvero bruttissime.. sono rovinata.. non potrò mai avere una pelle normale.. è tutti uno schifo.. e non si trova una soluzione per smettere

Anonimo ha detto...

ciao ragazze anche io ho il vostro stesso problema..ce l'ho da tre anni ormai. Mi impongo spesso di smettere ma non lo faccio mai. Quando lo faccio è come se non me ne accorgessi, come quando sei talmente preso da un lavoro che ti dimentichi del resto .. ed è così che anche io mi procuro le tanto odiate cicatrici. Voglio darvi il mio parere però: secondo più che una questione di perfezionismo è stress perchè quando sono con i miei amici o in giro non sento l'esigenza di pizzicarmi, è quando sono sola a casa che non sò cosa fare che senza rendermene conto vado in bagno e comincio con il mio lavoretto. E' una cosa di cui mi vergogno molto, ho sempre pensato di andare da uno psicologo ma non l'ho mai fatto per paura che mi ridesse dietro. Però ho trovato una soluzione, che almeno penso potrà essere efficace per me: devo tenermi impegnata! E' l'unica soluzione... bè io qui ho finito spero di esservi stata utile ciaooo

Anonimo ha detto...

come posso fare per togliere le cicatrici? ce ne ho molte sulle natiche , ma non le tocco più da molto eppure le cicatrici non se ne vogliono andare, non sò se sono un punto sensibile quindi non se ne vanno o se è perchè io a suo tempo ho scavato troppo affondo ma comunque sono preoccupata! preoccupata perchè ormai è estate, ci si mette il costume e io sono ridotta peggio di non sò cosa!

Anonimo ha detto...

Salve a tutti, anche io purtroppo ho questo problema, non so come combatterlo e sento che sta peggiorando sempre di più. Non riesco a stare seduta su una sedia senza resistere alla tentazione di strizzare ogni imperfezione che trovo sul mio corpo. Mi capita soprattutto mentre studio...inizio con le braccia, che massacro, strizzo tutti i puntini che trovo e non riesco a fermarmi, ma il risultato è che mi ritrovo le braccia piene di puntini rossi gonfi e piccole crosticine che mi portano a vergognarmi di indossare magliettine a maniche corte. Dalle braccia passo anche alle gambe, strizzo ogni macchiolina che mi fa pensare ad un pelo incarnito..risultato: gambe piene di macchioline scure (dovute a questa mania anche negli anni passati)o anche bianche. E la sera non riesco ad andare a letto se prima non ho passato in rassegna ogni cm del mio viso in cerca di qualcosa da spremere. Non so come fermarmi...è una cosa che dura da anni e da un mese ho iniziato anche sul petto...Mi sento impazzire perchè sto rovinando la mia pelle..è la cosa peggiore è che posso passare anche più di un'ora sulla sedia a fare qst cose, perdendo tanto tempo della mia giornata :( E' confortante sapere che non sono sola e fino a poco tempo fa non mi rendevo neanche conto che fosse una manìa, ma girando su internet ho trovato tanti siti che parlano di qst problema ed ho realizzato la cosa. Ragazze ma cosa possiamo fare per porvi rimedio? e soprattutto per far guarire queste ferite che provochiamo? Fino ad un anno fa avevo anche la mania di strappare le doppie punte,ma fortunatamente col tempo è passata, spero di riuscirci anche con qst.

Anonimo ha detto...

Per la prima volta sono riuscita a dare un nome a questa ossessione che mi accompagna da un po' di tempo. Dermatillomania. Rincuora leggere commenti di altre ragazze che come me ne soffrono.. ho sempre avuto una pelle perfetta senza nemmeno un difetto ma da quando ho iniziato a spremere il viso, non riesco più ad accettarmi.. più vado avanti più la mia pelle è brutta e più sono ossessionata dall'idea straziare il mio viso. La forza deve partire da noi ragazze, da oggi ho scoperto che la mia ossessione ha un nome e che è molto più grave di quanto pensassi. da oggi ho iniziato a lottare contro la dermatillomania

Anonimo ha detto...

Io ho 21 e mi tolgo le croste da quando sono pikkola! ! ma io mi faccio i buchi ... infatti sono piena di cicatrici. ... non riesco a levarmi il vizi. .. appena vedo che cresce ... baaammm la tolgo...

Anonimo ha detto...

Ciao, sono una ragazza di 15 anni e anch'io ho lo stesso problema.Non so come sia iniziata, ma credo che sia stata mia sorella a instaurarmi un po di questa mia ossessione. Io mi accanisco soprattutto sul naso, sulle braccia, sulle gambe e anche sulle aureole del seno, non so perchè lo faccio, ogni volta che vedo tutti i segni che mi sono procurata mi sento orribile, non riesco più neanche a mettere i pantaloncini o andare a mare, perchè quando esco mi rendo conto di quando sia orribile il mio corpo e quanto invece quello delle altre ragazze sia stupendo. Penso che questo dovrebbe motivarmi a smettere ma non ci riesco, mia mamma mi dice di smettere, anche io so che dovrei , ma non ci riesco e ogni volta sono sempre lì a fissare i segni che mi sono fatta da sola e mi sento ancora più orribile, perchè sono io stessa a rendere il mio corpo orribile. Guardandomi penso che un giorno troverò qualcuno che mi ami nonostante quello che faccio o che mi aiuti a smettere, anche se io continuo sempre a provare a frenare questo impulso.Spero solo di riuscire a fermarmi prima che io rovini tutto il mio corpo.

Anonimo ha detto...

Dopo decenni di questa mania, finalmente mi decido a cercare qualcosa su internet per risolvere il problema. Addirittura da piccolina credevo fosse normale, poi quando gli amici mi chiedevano cosa fossero tutte quelle cicatrici sulle braccia, ho iniziato a capire che forse c'era qualcosa che non andava. In realtà il tutto partiva dall'estate, quando le punture di zanzara erano per me così fastidiose da grattarmi fino a farmi uscire il sangue, anche se senza dolore. Poi la crosta, che, togli e ritogli, alla fine durava mesi. Ed è ancora così, a 30 anni. Anche mia sorella ne soffre, ma, nel suo caso, è sfociato terribilmente fino a staccarsi i capelli uno per uno. Una gran vergogna per me, ritrovarmi in pubblico senza quasi accorgermene, con una mano impegnata a togliere una crosta sull'altro braccio, e quasi sempre la fuoriuscita di sangue attira l'attenzione delle persone che mi stanno intorno...ultimamente sto cercando di resistere il più possibile, ma quando la mia pelle è secca non riesco a pensare di avere qualche difetto sul viso, o sulle braccia, e così toccandomi faccio sempre peggio. Non ho ancora imparato. Ho una cicatrice sulla caviglia che ancora deve guarire da un anno!! Immaginavo che tutto questo dipendesse dalla smania di risultare "perfetta" all'esterno, l'insicurezza, soprattutto per noi donne, è devastante. Non credo possa aiutarci uno psicologo o uno psichiatra, dobbiamo aiutarci da soli. Vedo amiche bellissime, anche se con qualche imperfezione (brufoletti, peli incarniti, punti neri...) che se ne fregano completamente, e vorrei riuscire a fare lo stesso, dimenticare la ricerca della perfezione ed impiegare il tempo ad amare quello che sono piuttosto che distruggermi. Ma quello di ammettere il problema è il primo, importantissimo, passo. E' tutto nella nostra testa, e so che ce la possiamo fare. un augurio a tutt*