Pagine

lunedì, agosto 21, 2006

TIMIDEZZA ED INTERNET

emanuele N° di riferimento: 76903065 Età: 16 Salve, sono un ragazzo come tanti altri, abitante di un piccolo borgo di campagna.
Fin da quando ero piccolo sono sempre stato un bambino timido, parlavo poco,
ero timoroso e in compenso non ho mai preteso dagli altri o sfruttato. Ho
sempre utilizzato tutte le mie possibilità per poter cercare di vivere
serenamente, in quel paradiso che è l'infanzia.
Crescendo la situazione sociale della mia famiglia è diventata un pò tesa, mio
padre lavora giorno e notte quasi e non parlo praticamente mai con lui e
diciamo che a parte tutto sento già questo vuoto dentro di me, che brucia e
molto. Mia mamma ha sempre pensato tutto per potermi spingere avanti, e aiutarmi se
necessario.
Le medie sono passate, due ragazzi mi minacciavano continuamente, ma alla fine
ho sempre ignorato tutto e ho tirato avanti credendo in un migliore futuro,
visto che in questa scuola eravamo pochi pochi (12 in classe, 120 tutto
l'istituto). Essendo di un piccolo paese arrivò la città per le mie superiori, la situazione
non migliorò perchè uno continuava a presurre la mia omosessualità e questa
cosa mi rendeva molto piccolo in confronto a tutti gli altri, che comunque sia
erano decisamente lontani da dove abitavo io e quindi mi era difficile avere un
rapporto di frequentazione fuori scuola.

Finita la prima ho conosciuto una ragazza più piccola di me, aveva 12 anni.
Mi ci sono innamorato di questa persona che perchè era l'unica che sapeva
ascoltarmi e che mi capiva, era un pò come me....non ci vedavamo molto, anzi,
quasi mai ma ci volevamo bene.
A gennaio di quest\'anno questa persona si è trasferita dalla campagna a 10 km
da casa mia in città, e da allora il rapporto con lei è morto perchè lei si
sente chiusa in un bicchiere di vetro e vuole avere amicizie e sentimenti solo
per le persone della sua zona. In questo modo l\'unica persona di cui mi
fidavo, di cui speravo qualcosa se n'è andata. E ora rimango, forse come prima, senza un amico, senza una persona con cui parlare, con cui uscire, con cui non sentirmi così piccolo. Ho quasi 17 anni e ho passato tutte le superiori in casa illudendomi che qualcosa potesse
cambiare, che qualcosa si accendesse nella mia vita, facendo qualche sforzo
sempre svanito per varie cause.

Almeno con lei mi sentivo ancora vivo ed ora alla fine di tutto non vedo più
quella speranza che forse mi mandava avanti.

Passo ormai tutte le sere di quest'estate e tutti i sabati d'inverno su
questo pc che è diventato il mio schiavo.. per me la vita è internet non le
persone, non i sentimenti, non le relazioni.
Che senso ha continuare così? continuo a pensare che non posso andare avanti
così!! vorrei che cambiassero le cose ma non cambiano!
chiedo a dio ogni giorno che mi dia la forza di attraversare la linea di questa
vita, in fin dei conti non ho fatto niente di male a questo mondo e non credo
di meritarmi tutto questo e se devo continuare così allora la troverò questa
maledetta forza di chiudere la mia vita.
In fin dei conti non chiedo altro che qualcosa di diverso, come fanno tutti e
come dovrebbe essere. Volevo avere due amici, ogni tanto uscire e rilassarmi con qualcuno e qualche altra volta qualcosa di diverso. Spero di non essere stato troppo lungo.. ho paura di andare da qualche psicologo, ma scrivere le cose è molto meglio che parlarne..Grazie della risposta

Internet è una facile risposta ai nostri problemi fino a diventare, in taluni casi, un vero e proprio “rifugio”. E’ cio che è successo nel tuo caso. Hai una timidezza di fondo che non t’aiuta. Superala usando internet in maniera diversa. Trasforma i contatti che hai, in qualche telefonata, se la contro parte accetta. Superato questo passo iniziale, trasforma la telefonata in un contatto “reale” quale un incontro o una passeggiata. Il tutto ti sarà più facile, perché internet avrà “filtrato” in qualche modo le amicizie. Chisà se non contribuirai a far uscire allo scoperto, qualche altro timido o “timida come te. Fammi sapere com’è andata. Non hai bisogno dello psicologo. Saluti.

1 commento:

kika ha detto...

ciao è la prima volta che entro su questo sito ma vedrai che conun pò di coraggio riuscirai ad affrontare il tuo problema devi solo relazionarti con gli altri e non aver paura di far vedere chi sei realmente ,non temere il giudizio degli altri dentro di te sei forte io ne sono sicura..avevo lo stesso problema..grida al mondo chi sei fatti valere..le persone non sono nessuno per giudicarti..