Pagine

mercoledì, agosto 18, 2010

MIO PADRE E' UN ALCOLISTA

Butterfly Età: 23
Mio papa ha perso il lavoro da circa 2 anni, e da quel momento si è incrementato il problema dell'alcol. Gia prima beveva, ma ora molto di piu. io non vivo piu a casa da 4 anni, ma mia sorella si. Mia mamma non ha la forza di reagire alle sue inprecazioni, quando la insulta e le tira gli oggetti...lei piange solo. Mia sorella invece, trovandosi in casa, reagisce dicendogli che sta rovinando la nostra famiglia e ke non deve comportarsi cosi, ma lui tanto non risponde ed è come se non gli importasse. poi magari il giorno dopo si comporta come se nulla fosse accaduto...e cosi fino a quando non succede di nuovo...va avanti cosi da parecchi anni, ma ora siamo arrivati al limite. Soprattutto perchè a settembre mia sorella andra via di casa per studiare, e a questo punto mia mamma rimarra' da sola con lui in casa. Una psicologa ha detto a mia sorella di aspettare quando lei se ne andra' puo darsi ke le cose in casa cambino, perchè trovandosi da sola, mia mamma dovra' trovare la forza di reagire...ora si comporta cosi per difenderla! Pero' secondo me non andra' proprio cosi...perchè mia mamma è incapace di reagire..lei piange solo..poi siamo noi sorelle che ci accaniamo contro nostro padre!!!
Una volta sono anche scappate ci casa in seguito ad una sfuriata di mio padre,
mia sorella ha caricato in macchina mia mamma e l'ha portata via...ma tanto
non è cambiato nulla...si è pensato di chiamare le forze dell'ordine...ma mia
mamma non ne trova il coraggio. Abbiamo parlato con il medico di famiglia, per altro grande amico di mio padre, lui ci ha confermato che il fegato è peggiorato, ma deve agire di sua spontanea volonta'...dovrebbe farsi aiutare
da un'associazione alcolisti anonimi...Come ce lo mandiamo pero'?
Abbiamo pensato di mandare nostra madre da uno psicologo per fare in modo che almeno lei trovi la forza di reagire e sia in grado di decidere per il bene
della famiglia...
Come vede le abbiamo provate tutte...ora nn sappiamo piu che fare!!

1 commento:

Alessio ha detto...

IO vivo una situazione similare, motivazioni similari, e posso dire di aver preso in mano le redini da poco... quello che mi hanno sempre consigliato tutti è di parlare a mio padre nei momenti di lucidità... lui si renderà conto di non stare bene... io ero anche andato al SERT, ossia l'organo che si occupa di aiutare le persone soggette a dipendenze, ma mi hanno sconsigliato (visto che il mio caso non era così degenerato) di rivolgermi ad associazioni "più piccole", in quanto comunque, per un "dipendente da alcol" è sempre un mezzo trauma doversi presentare in un posto del genere... io ti consiglio di provare a parlargli nei momenti di lucidità, e sempre, sempre sempre, restargli vicino... anche qualora la cosa dovesse peggiorare al punto da dover, come da te scritto, dover chiamare le forze dell'ordine... fatevi forza!