Pagine

martedì, dicembre 01, 2009

CHIUNQUE PUO' UMILIARMI

Sara Età: 46
Ho 46 anni non sono una bambina ma è come se lo fossi xchè non so difendermi, chiunque può umiliarmi offendermi trattarmi male a me non escono le parole giuste. Ho avuto un\'amica per più di dieci anni e lo
scorso anno solo x aver pensato che lei si fosse attirata la simpatia dei capi con la sua tattica e ne ho avuto conferma quest\'anno che l\'anno fatta vice, mi ha chiusa in un camerino sul lavoro e urlando mi ha detto di tutto.
Io non potevo parlare xche qualunque cosa dicessi era sbagliata, non potevo tacere xchè  "era comodo" ha detto, e non potevo pensare tanto lei  "sapeva cosa pensavo" ha detto. Io mi sono sentita morire. Ho il terrore di lei cerco di non incontrarla ma dovremo lavorare un mese insieme a dicembre.Quest'anno x fortuna non abbiamo lavorato insieme e ho cercato di tenerla lontana non andando più a ballare e con gli attacchi di panico che mi sono venuti, la scusa era buona ma ora vorrà andare sull'argomento vice xche ancora non abbiamo parlato ma io con lei non voglio parlare xche ha ragione solo lei quello che dice è legge e non si può contraddirla e io qualunque cosa dica lei sicuramente mi assale xche non mi crede neanche si dico che " va bene così": Ho pensato più volte di licenziarmi e non ho cambiato idea. non prenderò ordini da lei.
In oltre io soffro da anni di depressione e ansia, ho perso mio padre 4 anni fa e mia madre ha avuto un ictus tre anni fa e x ora vive in casa con me e mio marito ma cn la testa c?è e non c\'è e ci rende la vita un inferno. Quest'anno sono morte due conoscenti molto giovani di tumore e il maesto di ballo liscio ci ha lasciato x un infarto mentre eravamo in un locale a ballare, giovane pure lui, sposato senza figli come me , lo vedevo come esempio di modo di vita positivo. Mi è crollato tutto addosso. Persino il mio cane che adoro come un figlio si è ammalato, pensavo di morire x il dolore, la tachicardia è diventata continua, la vita un inferno. Poi la cagnetta è stata operata e x ora c'è ancora. Il matrimomio non esiste, ho un marito ma non abbiamo nessun rapporto intimo da mesi ma non mi interessa, non mi sono mai trovata bene con lui in quello. Mai un bacio, un abbraccio, una carezza, le prende tutte il cane.
Viviamo come fratello e sorella, lui è una brava persona, tranquilla ma parla poco e sono molto sola coi miei pensieri. Vado da uno psicologo ma stamattina xche aveva un medico apprendista quando sono entrata mi ha lpresentata come quella che dice che fa "caadere le Torri gemelle" che in realtà lo dice lui xche io mi sento sempre inferiore agli altri e ha anche aggiunto : quel santo di suo marito e _ si sentirà abbandonato suo marito ora che non lo chiama più xchè non ha piu gli attacchi di panico. NOn L'ho contraddetto x non fargli fare una figuraccia ma mi ha disintegrata. NOn ci andrò piu. Ho tanti problemi e tante paure ma non sono ancora scema del tutto anche se ormai sono sulla buona strada. Cosa faccio adesso? Sono stanca di lòttare x vivere e lavorare ogni giorno, se Dio ha fatto accadere tutte queste cose vicino a me e mi ha resa così fragile che basta un niente x farmi crollare,ci sarà un perche'. Vorrei sapere se è violenza psicologica quella che ho subito dall'amica. Non so se qualcuno mi leggerà, comunque grazie x avermi dato la forza x scrivere tutto quello che mi sta uccidendo.. Grazie

1 commento:

sandra ha detto...

Io ho letto tutto ti prego non buttarti giu ho da poco trovato la tua lettera altrimenti ti avrei scritto prima nessuno ha il diritto di fare cio non permetterlo tutti scrivono che sono soli ma poi nessuno risponde a nessuno cosa stiamo diventando SORDI CIECHI coraggio aiutiamoci un con l'altro perdonami la calligrafia ciao Sandra