Pagine

mercoledì, ottobre 31, 2012

VIVERE CON UN BUGIARDO PATOLOGICO


Baby486 Età:   26
Ciao a tutti, anch'io ho purtroppo avuto la terribile esperienza di vivere con un bugiardo patologico.
Mi raccontava che la sua famiglia era molto ricca,(falso) di aver rischiato la
paralisi in un incidente,di aver tentato il suicidio mostrando i numerosi tagli
sul polso, di essere stato violentato a scuola.
Ogni suo racconto era molto provato. Avevo notato in lui il bisogno eccessivo
di ricevere attenzioni,soprattutto dai miei amici/che.
Ogni mio piccolo regalo, o gesto veniva criticato. Lui era migliore in tutto.
2 mesi dopo inizio a sospettare un tradimento,ma ogni volta che provavo a
parlarne diceva che la ragazza era un psicopatica innamorata di lui,che invece
voleva solo aiutarla poiche\' anche lei aveva tentato il suicidio. Innumerevoli
scuse.
 Poi e\' iniziata la fase della gelosia: non potevo uscire,dovevo giustificare
tutto e fare solo quello che decideva lui. Era aggressivo.
Il mese scorso,la ragazza in questione,nonche\' mia amica, mi ha confessato il
tradimento,scusandosi e  definendolo un \"bugiardo compulsivo\". Stanca di
tutto l\'ho lasciato. Nel cuore della notte si e\' tagliato il petto facendosi
trovare sanguinante per terra. Ero terrorizzata!!!!!
 Sono ripartita, ed ha tirato fuori la storia di aver scoperto che il vero padre
fosse un altro,mostrandomi foto varie.
Insomma, gli ho offerto il mio aiuto, e\' venuto a trovarmi... Controllando il
cellulare, scopro messaggi in cui raccontava alla sorella che io e la mia
famiglia lo stessimo facendo dormire per terra,senza coperte e senza cibo.
 Decidiamo di lasciarci di comune accordo, quindi riparte e promette di inviare
il pacco con i miei vestiti rimasto a casa sua e per questo i miei lo pagano in
anticipo.
Sono passati 10 giorni e il pacco non me l\'ha inviato...
quando lo invito gentilmente a farlo va su tutte le furie,trova delle scuse,mi
insulta pesantemente e mi minaccia. Un ora dopo scrive di amarmi.
Questa mattina ancora mi scrive di poter morire senza di me.che gli manco etc.
Ho paura,molta paura che possa far del male a me e alla mia famiglia, che possa vendicarsi. Ha rovinato la mia vita. Ho perso la mia autostima,ho paura del buio,degli uomini e del futuro. Non riesco piu\' a lavorare ne\' a studiare.
Sono confusa. Convivo con la delusione dei miei per aver portato in casa un
\"soggetto pericoloso\", che ci ha presi in giro.
Ho bisogno del vostro aiuto. Come bisogna comportarsi in questi casi? Io vorrei riavere indietro la mia roba,mi serve, ma soprattutto per rispetto dei miei genitori che l\'hanno trattato come un figlio, e per la mia salvaguardia.
Grazie mille

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao io non sono uno psicologo, ma tu chiedi aiuto e mi sento di scrivere.
Ho avuto una ex con lo stesso problema, la bugiardìa patologica, per più di tre anni. Ci ho messo davvero tanto a smascherarla, a causa della mia cecità amorosa e della mia incapacità di dire bugie (dunque non ne prendevo in considerazione neanche l'esistenza). Inutile dire che ne sono uscito martoriato, ma vivo! La vita continua sempre!
Ho imparato che non siamo tutti uguali, che ci sono persone di cui ci si può fidare, altre di cui non puoi, ed altre ancora di cui è proprio bene non fidarsi! Se perdessi la fiducia nel genere femminile, avrei fatto il suo gioco perverso. Per fortuna non è andata così, e ho tanta voglia di rimettermi in gioco con persone certo più degne delle mie attenzioni.
Posso dirti che conosco bene l'argomento. I bugiardi patologici sono persone che non riescono ad affrontare la realtà. Per questo costruiscono vere e proprie fortezze di bugie in cui si riparano dagli "attacchi" esterni. Anche la mia ex, ogni volta che chiedevo sincerità, andava letteralmente in tilt. Inutile dire che mi ha riempito di corna. Sono persone che credono (ma per davvero!) alle proprie bugie, per questo sono indistruttibili! Inoltre la grande difficoltà è che non si rendono conto della propria condizione, dunque lungi da loro vedere il proprio problema. E' come se frapponessero un velo fra loro e la propria coscienza, a tal proposito ricordo lo sguardo talvolta atarassico di lei, quasi in stato catatonico. Un'altra cosa che li rende letali è che non provano rimorso, o almeno mai fino in fondo.
Cerca di superare, non lasciarti abbattere, per fortuna al mondo non ci sono solo soggetti così.
Per recuperare le tue cose, io andrei a prendermele "scortata" dai tuoi genitori, oppure da amici. Lui non te le spedirà penso. E non devi avere paura di lui, se ti tormenta con messaggi o altro, oggi esiste il reato di stalking. Mi dispiace però che in tutto questo i tuoi te la facciano pesare. Dovrebbero essere solidali invece, non è mica una colpa innamorarsi della persona sbagliata.
Ho fatto un pò di ricerche su internet per capire meglio l'argomento "bugia". Ho visto che non ci sono soluzioni tranne che la fuga da tali soggetti. Almeno finchè non sarà lui/lei per primo a capire che ha bisogno di aiuto. Fino ad allora, come avrai potuto vedere, anche il più buono dei cuori non può fare niente per costoro.
Coraggio, tieni duro e ti dico che la vita va avanti anche se persone così ti fanno traballare le gambe lungo il percorso!

Anonimo ha detto...

anch'io purtroppo ho avuto che fare con persone cosi..a partire da mio padre, che nel momento in cui si è lasciato con mia madre, minacciava di suicidarsi se non fossi stata con lui. non mi sentivo libera nemmeno di allontanarmi per un ora. Avevo solo 15anni, e mi sono sentita caricare di un peso molto molto piu grande di me...mi ha raccontato di avere un tumore per farsi ancor piu compatire da me, ma non è di lui che ora ti voglio parlare...ti voglio parlare del mio ex fidanzato se cosi si puo chiamare..lo frequentato 3 anni quasi 4...dopo 4 anni ho scoperto che questa persona non abitava dove diceva di abitare, non lavorava dove aveva detto, e nemmeno il suo nome era vero...niente proprio NIENTE, di quello che per 4 anni ha detto, era vero...in piu, ho scoperto che era fidanzato...da 8anni!! ancor prima che mi conoscesse...mi ha illusa, mi ha usata....è difficile spiegarlo qui..in 2 parole, ma aveva un potere di persuasione, una capacità di parlare, di esprimersi non comune a tutti...ero diventata il suo burattino...non posso raccontare tutto quello che ha fatto e dettp... non ce ne sarebbe lo spazio e nemmeno il tempo, posso solo dire che lui ha goduto nel farmi soffrire nel usarmi nei peggiori dei modi...tanto lui era sicuro che anche se mi arrabbiavo sarebbe riuscito a farsi perdonare per poi tornare di nuovo a farmi del male...mi ha illusa per 4 anni..e tutto questo perche??? solo cosi....perchè cosi avrebbe ottenuto sesso e sesso...lui vive per questo..e non penso che esista altro scopo nella sua vita che questo..

Anonimo ha detto...

Vi leggo tutti e non posso fare a meno di piangere!...è la mia condizione di oggi. Presa e manipolata, raggirata da bugie che hanno gambe cortissime. I cambi di umore e l'ossessiva gelosia nei miei confronti di quest'uomo sembravano surreali. Esco da questa storia distrutta, credevo di avere accanto la persona piu straordinaria che conoscessi, invece è l'essere più schifoso che ho incrociato nella mia vita.Diceva di amarmi e mi faceva credere di essere la sua principessa mai incontrata prima!...mi ha riempito di attenzioni. Mi faceva sentire quasi in difetto quando vedevo che ogni mia stupida richiesta veniva esaudita!...era il mio genio della lampada che dimostrava il suo amore avendo me al centro della sua vita. Avolte pensavo che non era comunque sano questo comportamento e questa sorta di sottomissione. Il grande uomo bravissimo mi ha riempito di corna!...bugie che scoperte non sono state confessare anzi negate fino a inventarne altre in una sorta di gioco compulsivo,solo x lo scopo di uscirne pulito!...la mia domanda è sempre la stessa "che ho fatto di male x meritarmi un uomo così sulla mia strada