Pagine

sabato, settembre 13, 2008

HO 20 ANNI MA LA MIA VITA E' GIA' FINITA

bea Età: 20 2anni fa morì mia madre....da quel momento sebbene andavoancora a scuola presi io in mano la situazione...ho continato gli studi fino al diploma mentre mi prendevo cura dei miei fratelli e sorelle e lavoravo x quanto mi era possibile... a volte ero costretta a prostituirmi...mi costava ma ero felice di farlo xkè sapevo ke lo stavo facendo x loro...ma sebbene io ce l'ha mettevo tutta a mio padre non bastava...mi picchiava se la minestra avevo 1 pelo di più di sale o xkè non avevo più soldi da darli..continuava a dirmi ke ero1incapace come mia madre....1puttana come lei..1gg xò dopo l'enesima lite andò oltre...io ero x terra e lui senza neank dire 1parola si tolse i pantaloni mentre io lo guardavo immobile....presa dal panico...all'inizio nn reagii poi mi misi a urlare no.. ma xk... ke fai.. smettila t prego....e alla fine smisi....xkè tanto era tutt inutile...e iniziai solo a fare 1pianto di rassegnazione...quella fu solo la prima volta prima di 1serie di volte ke diventano sempre più frequenti...ma sapete quel ke fa più male? quando t prende x il culo.. t guarda fisso negli okki e t dice ma xkè piangi...? 't ho fatto male patatina??....skusa piccola ero fuori di me...mentre tu continui apiangere...tengo questo segreto da 2anni...da 2anni vivo con quest persona ke non ritengo più kiamar padre...soffro...e tutta questa sofferenza tutto questo dolore lo tengo dentro di me...più volte avrei voluto denuciarlo...ma non mi sento di togliere ai miei fratelli anke il padre..non ne ho il coraggio...da poco ho scoperto di essere ammalata di leucemia..mi sto facendo morire... xkè sono stanca di vivere...stanca di soffrire... ho 20anni...ma la mia vita è già finita

10 commenti:

Anonimo ha detto...

E' vero ti stai facendo morire.
Hai lanciato qui un SOS allora prova a contattare un centro a te vicino per la tutela delle donne, fai questo passo per te e per i tuoi fratelli perchè se non è già accaduto dopo toccherà a loro.
TUO PADRE MERITA LA GALERA, nel frattempo esci dal quel luogo di orrore parlondone con chi può capirti.

Anonimo ha detto...

a sentire la tua storia mi sento male per i motivi stupidi per cui sto male io... spero segretamente che sia falsa, che sia una provocazione per farci riflettere. ma se, purtroppo, è vera, ti dico che forse pensi di non meritare che la gente ti voglia bene, ma non è così. io te ne voglio, giuro, pur non conoscendoti. e sono convinto che ci sia anche altra gente disposta a volertene, e disposta soprattutto ad aiutarti in questo momento. ci può essere una soluzione a tutto, abbi fede. grazie a Dio siamo in un paese dove l'assistenza medica è garantita e dove quelli come tuo padre vengono puniti. fallo per i tuoi fratelli, non lasciarli soli con lui. parla con chi ti può aiutare, per favore. A.

bea ha detto...

sai è facile a dirlo...so ke a loro non farebbe mai niente...è con me ke cè là....sono io la figlia ke non è degna di esserlo...hanno sofferto tantissimo quando è morta la mamma....non voglio vederli soffrire ancora....non voglio ke pensino ke il padre è 1bastardo...non cè la faccio...vorrei solo morire...sparire dalla faccia della terra dalla vergogna....provi rabbia...t senti 1merda xkè pensi d'aver sbagliato tu qualcosa....e pensi ke tutto questo forse te lo 6 anke meritato...ho perso tutto e sopratutto la mia dignità...non cè niente x cui lottare....non cè niente x cui vivere...ho lottato anke troppo...e sono stanca....stanca di combattere...non riuscirò mai a dimenticare tutte le volte ke mi ha stuprata...tutte le volte ke son andata a lavoro con i lividi ma dicevo k non era niente...è impossibile ricominciare a vivere xkè il dolore è troppo grande...voglio morire x non dover soffrire più

Anonimo ha detto...

ciao bea senti la tua storia e davvero seria tu stai sofferto stai soffrendo e dici che fai tutto questo osolo per i tuoi fratelli e sorelle ma se ti lasci morire ???? cosa ne sara di loro tuo padre dopo la morte di tua mamma ti ha dato a te il suo posto con le sue sofferenze e tutto cio che comporta e comunque LUI ha dato a te il tuo posto e se tu ti lascia morire tocchera ad un altra tua sorella SOFFRIRE nn credi che il problema sia lui?? e che tu lasciandoti morire nn fai altro che lasciare il problema ad un altro componente della tua famiglia????
cara Bea i problemi si affrontano se sei cresciuta cosi in fretta per prenderti cura dei tuoi fratelli ora NN PUOI ABBANDONARLI A QUESTO PEZZO DI MERDA reagisci parlane con un assistente sociale con i carabinieri ma nn lasciare in eredità tutto questo dolore VIVI

bea ha detto...

non è vero ke la gente mi vorrebbe bene...non è così...nessuno mi sopporta...nessuno capisce xkè non riesco a ridere...non riesco a fare neanke 1sorriso....non riesco più a darmi a nessuno xkè non sono più capace a fidarmi degli uomini...ke è stato il motivo della fine della mia ultima storia....anke se lui lo amavo molto...non posso e non voglio uscire...ogni mattina mi sveglio sperando ke tutto questo sia solo stato 1incubo ma poi mi rendo conto ke è tutto reale....sono 1fallita...ho fatto ma non abbastanza...non il possibile...non ditemi ke sono 1santa xkè non è vero...non ditemi ke devo denunciarlo....ma sapete ke vuol dire mandare in galera vostro padre???può succedere di tutto ma quello rimarrà x sempre mio padre...non si può cambiare....io sono convinta ke infondo 1pò di bene me ne vuole....non lo manderò mai dietro alle sbarre....lontano dai miei fratelli...lontano da mia sorella ke sta attraversando 1momento difficilissimo....ki sono io x togliere a loro 1padre?io non ce la faccio a affrontare chemio, trasfusioni, cure x kissà quanto tempo...e quando morirò, loro dove andranno a stare?

Anonimo ha detto...

ti capisco...ankio quando ero più piccola ho assistito a diverse scene di violenza e kiudevo mio fratello piu piccolo a kiave nella sua stanza x nn fargli vedere...rivolgiti a qualcuno finkè 6 in tempo senò ti porterai delle ferite dentro ke,sicuramente, non si potranno cicatrizzare...sii forte xke nn 6 sola...non farti male...

1992 ha detto...

allora salve mi presento ma non posso dire i miei particolari:a scuola mi prendono sempre in giro,sono due anni che lotto per resistere e far finta di nulla ma certe volte pure a me viene voglia di suicidarmi perchè sono un ragazzo molto sensibile e certi dolori li posso sopporate fino ad un certo punto e vista la mia molto giovane età credo abbia bisogno di molto aiuto ma la gente se ne frega e ognuno pensa a sè.Certe volte vorrei chiudere e non aprirli più...ho tanto e amore da dare e ricevere e quwsro rappresenta anche molto per continuare la vita..se volete aiutarmi lasciate le-mail:se andrà tutto bene vi contatterò io..

Anonimo ha detto...

xk nn lasci tu l'email?t contatto volentieri ma nn metto la MIA email qui

Anonimo ha detto...

bea devi vivere! se non lo farai l'avrà vinta lui! non puoi mollare proprio adesso!
dici di voler proteggere i tuoi fratelli, ma solo togliendo dalla loro vita un verme così saranno più sicuri!
scrivendo qui hai fatto di certo un bel passo avanti, hai dimostrato un grande coraggio credimi.. di queste violenze è difficile soltanto ammetterle a se stessi!
capisco pienamente la tua ragione a non volerlo denunciare! è la strada più orribile ma è anche vero che è l'unico spiraglio di speranza.. perchè per tutto c'è speranza, perchè fino a prova contraria è sempre l'ultima a morire! so che è difficile tornare a vivere dopo questo, ma non permettere che ti faccia ancora male! non permettergli di distruggerti!!!
non ti voglio obbligare a denunciarlo anche perchè sarei l'ultima persona a poterlo fare..
nessuno ti capisce perchè nessuno è consapevole di quello che ti sta accadendo!
VIVI BEA!!! fallo per te, per la tua dignità, per i tuoi fratelli! lotta contro di lui usando tutta la rabbia e il dolore che hai dentro! sono sicura che prevale sulla sua forza!
ricorda che non sarai mai sola.. è importante!
ti sono vicina con il cuore! un abbraccio forte!

Anonimo ha detto...

Cara Bea, rivolgendoti ad un centro per la violenza sulle donne non è detta che debba denunciare tuo padre se non te la senti, ma in qualche modo troverai qualcuno che guarderà oltre la tua "chiusura" e ti accoglierà così come sei. L'importante è che cessino gli abusi sessuali di cui parli. QUELLI SONO SBAGLIATI PER TE E PER TUA SORELLA a cui toccheranno certamente dopo di te.
FORZA CONTATTA UN CENTRO!