Pagine

domenica, novembre 18, 2007

LUTTO

bisognosa di aiuto Età: 18 Sono una ragazza di diciotto anni e sto passando un periodo bruttissimo. Tutto inizò così...7 mesi fa diagnosticarono un'inguaribile malattia a mia nonna e da allora la mia vita non fu + lastessa! Nell'avvicendarsi di ospedali cure inutili e 1 mese fa mia nonna è andata via!!!!!!! Per me lei non era solo una nonna ma anke 1 amica 1 confidente insomma un punto di riferimento. Ora non riesco più a sorridere e a vivere la mia vita. Non ho la forza nemmeno per andare a scuola. COsa posso fare permigliorare la mia situazione? Ho solo diciotto anni e vorrei provare ad andare avanti ma non so come.
Più intenso è il legame che ci unisce alla persona che viene a mancare più lungo diventa il periodo del lutto da attraversare. Ma alla fine uscirai dal tunnel che, al momento, ritieni senza uscita. Ti rimarrà sempre il dolce ricordo di tua nonna, ma non più accompagnato dal dolore che provi adesso. Saluti

3 commenti:

Anonimo ha detto...

ciao, io ho 16 anni e capisco benissimo quello che stai proprovando perchè negli ultimi 3 anni ho perso mia nonna, mio nonno e mio papà di cancro ai polmoni, la sua morte è stata la più sofferta perchè lo sentivo urlare tutta la notte e non mi sono ancora ripresa...circa 1 anno fa ho iniziato a tagliarmi x cercare di sfogare il mio dolore e questo metodo mi fa stare bene x un momento ma non mi fa essere felice....non sono veramente felice da anni, ho pensato più volte di farla finita ma credo che non ne valga la pena, scusa x lo sfogo ma non sapevo con chi parlare, spero che tu abbia vicino tante persone che ti vogliono bene, sappi che non riuscirai mai a dimenticare ma forse 1 giorno riuscirai pensare solo ai bei giorni passati con lei...baci

Anonimo ha detto...

mi spiace tanto...

pier74 ha detto...

ciao, ho 33 anni e un mese fa ho perso mio padre che era il punto fermo della mia vita. Sono sposato ed ho una splendida bimba che mi tira un po' su ma, quando viene sera e penso a mio padre con cui ho diviso e condiviso tutto nella mia vita, divento triste e non riesco a prendere sonno. Fortuna vuole che mia moglie sia una donna meravigliosa che mi aiuta molto ma questo non mi impedisce di stare molto male per un uomo che mi ha dato tanto, mi ha amato come solo un padre sa. Ora mi sento solo, mi manca qualcosa che non so spiegare, un uomo unico che se ne è andato a soli 52 anni per uno stramaledetto cancro allo stomaco. Concludo solo dicendo caro papà ti amo e tu per me non morirai mai anche se non ti vedo io sento che sei vicino a tutti noi continua ad amarci come hai sempre fatto. Un modo per dirti cara 18enne che la vita continua e bisogna viverla anche per i nostri cari defunti. Un abbraccio Pier74